Summer Camp Luglio 2009

ITALIA WING CHUN KUEN
CAMPO ESTIVO LUGLIO 2009

Allenamento intensivo e visione generale di tutte le forme del Sistema wing chun.
Quest’anno lo stage estivo si è svolto in due parti una Domenica presso le colline di San Colombano (MI) e un Sabato presso le colline di Montecatini in Toscana per un totale di circa 16 ore di pratica e spiegazioni chiare e dettagliate.

Nonostante il caldo e il profumo di vacanze già palpabile nell’aria entrambi gli stages hanno raccolto come sempre un gran numero di partecipanti che rinunciando a ben due giornate di relax per un allenamento all’aria aperta in un immensa distesa di verde.

Il programma delle giornate prevedeva una visione generale dell’intero sistema wing chun, in modo da poter avere una concezione più ampia sui principi, sulle metodiche, le tecniche e le forme di questa arte marziale.

Sifu Riccardi dopo aver ricordato l’importanza dell’allenamento sfruttando l’uomo di legno (il suo utilizzo quindi non deve essere limitativo alla forma) ha spiegato e dimostrato le prime 3 forme del wing chun: siu nim tao, chum kiu e biu tze andando poi a soffermarsi su specifici esercizi per ognuna di essa dato che spiegare totalmente il wing chun in una giornata è praticamente impossibile.

SIU NIM TAO:
Energia, correttezza nelle posizioni, solide basi, principi: linea centrale e triangolazione. Essa insegna le 5 tecniche fondamentali del wing chun: Tan sau, bong sau, pak sau, Jum sau e Gang sau, queste sono le nostre 5 VOCALI nell’alfabeto wing chun.

CHUM KIU:
La seconda forma ci insegna il movimento simultaneo di braccia e gambe e a chiudere la distanza verso l’avversario (cercare il ponte). Ci si è soffermato sulla sensibilità (chisao) e sulle applicazioni dirette. Se nella siu nim tao apprendiamo le vocali nella chum kiu si impara a parlare.

BIU TZE:
A detta di molti la biu tze non servirebbe ad un buon praticante di wing chun, visto che vengono insegnate le basi nella prima forma e a combattere nella seconda, ma dato che non esistono persone invincibili e tutti commettiamo errori ecco che entra in gioco la forma dell’emergenza. Qui sono state viste varie tecniche applicate riguardanti il primo movimento della Biutze: Huen Ma.

MOK YAN JONG (uomo di legno)
Con il manichino di legno sono state presentate le varie sezioni soffermandosi sulle applicazioni delle 8 teniche di calcio. Ogni tecnica vista è stata dimostrata da Sifu Riccardi cosicché chi ne è provvisto può allenarsi e capire come farlo nel modo corretto anche a casa.

La giornata si è conclusa con la dimostrazione della forma Luk Dim Boon Kwun (bastone lungo) e con un dibattito sull’uso dei coltelli a farfalla Baat Cham Dao, dove per i praticanti più anziani si è trattato di un momento importate per ampliare le proprie conoscenze personali mentre si spera sia stato un incentivo e una motivazione in più verso i neofiti per avvicinarsi maggiormente a questa arte marziale.

Un ringraziamento speciale va a Sifu Alberto Riccardi e agli allievi che hanno aiutato a montare i tre uomini di legno e a preparare l’occorrente per lo stage e a chi è andato a prendere le pizze.

Non sono mancati i momenti di svago e allegria con scherzi e giochi a San Colombano mentre a Montecatini si è ammazzato il caldo con un tuffo nella piscina.
Entrambe le giornate Indimenticabili!!! Anche per il rumore assordante delle Cicale.

Matteo Chirico


Comments are closed.