Eskrima

ARTE DIAREKO ESKRIMA

Il metodo di combattimento filippino chiamato Eskrima è un'arte con origini antichissime che contempla lo studio del combattimento a mani nude e di numerose armi contundenti, da taglio, lunghe e corte, usate singole o in coppia. Questo sistema di lotta può essere molto spettacolare oltre che estremamente efficace per strada grazie alla velocità ed alla precisione dei suoi movimenti sia nel combattimento senza armi che armato. Il Gruppo Diareko Eskrima si allena nella difesa armata e combattimento avendo come prerogativa l'uso delle armi con entrambe le mani indifferentemente destra e sinistra in attacco e difesa usando come propedeutico l'utilizzo dell'impugnatura doppia come avviene maneggiando un grosso bastone o la mazza da baseball. Questo sistema di allenamento codificato, dà a tutti la possibilità in tempi relativamente brevi di imparare questa arte marziale dando una sicurezza nella difesa armata. Il Gruppo organizza regolarmente oramai dal 1990 stages di eskrima sia in Italia presso i propri centri che viaggi studio in Europa. Sifu Riccardi dal 2006 si allena anche con i Dog Brothers recandosi direttamente a Berna dove il Responsabile Europeo Benjamin "Lonely" Dog Rittiner ha il suo Quartier Generale. Gli stages Diareko sono aperti a tutti gli associati I.W.C.K. Boxing Styles Academy principianti / avanzati e a tutti coloro che dopo aver letto il regolamento vogliono avvicinarsi a questa arte da combattimento iscrivendosi come membri del Gruppo.
Il programma codificato Diareko Eskrima è strutturato e suddiviso in livelli base, medio e avanzato con difficoltà graduale e progressiva.
I passaggi di livello sono basati sull'effettiva abilità di combattimento e non per anzianità di pratica. L'atleta pratica fin dall'inizio con le adeguate protezioni e si cimenta in combattimenti prima dimostrativi con bastoni di gomma e poi con bastoni in rattan.

Il Gruppo Diareko Eskrima si basa e si allena sulle esperienze maturate dal 1988 ad oggi del suo
Istruttore Capo Gruppo Sifu Alberto Riccardi.
Il Maestro Riccardi ha iniziato la pratica e l'uso delle armi nel 1988 praticando l'Arnis metodo Lanada e il Kobudo di Okinawa. Dal 1991 al 1995 ha studiato l'Eskrima Latosa. Dal 1996 al 2003 ha praticato e studiato il sistema Warriors Eskrima. Dal 1995 ad oggi ha praticato Krabi Krabong con il suo Kruu di Muay Thai Bob Spour. Sifu Riccardi dal 2006 si allena privatamente con i Dog Brothers recandosi direttamente a Berna dove il Responsabile Europeo Benjamin "Lonely" Dog Rittiner ha il suo Quartier Generale. Il Gruppo Diareko studia e allena l'uso delle armi contundenti: palm stick (kubotan), bastone corto singolo e in coppia, il bastone lungo, olisi e baraw e il maneggio di varie armi da taglio tradizionali lunghe e corte tra cui il machete, il kampilan, il balisong (coltello a farfalla), kerambit (coltello da mignolo). L'allenamento Diareko ha come prerogativa l'allenamento di entrambe le mani, quindi saper usare le armi indifferentemente sia con la destra e la sinistra in attacco e difesa usando come propedeutico l'utilizzo dell'impugnatura doppia come avviene per l'utilizzo di un grosso bastone o della mazza da baseball. Questo metodo di allenamento, dà a tutti la possibilità in tempi relativamente brevi di imparare questa arte marziale dando una sicurezza nella difesa armata.
Il sistema è strutturato in tre settori molto differenti tra loro nelle metodiche e nell'approcio psicologico alla situazione.
DIFESA PERSONALE
ESKRIMA VALE TUDO
GARE

ORIGINI

L'Eskrima o Arnis de mano per secoli è stata una famosa arte popolare. ProBabilmente ha origini dal combattimento con i bastoni, praticato dagl'indigeni, e ha poi subito l'influenza delle tecniche di scherma portate dagli spagnoli, ai tempi in cui le filippine erano una colonia. Fino a cinquan'anni fa, è rimasto praticamente inalterato ma, nel 1932, la famiglia Canete fondò un piccolo club d'eskrima, chiamato Doces Pares (Dodici Coppie), nella città di Cebu. Attualmente vi sono numerose associazioni nelle filippine e osservando le principali isole che costituiscono il territorio si può capire come si siano potuti creare numerosi stili e metodi di combattimento molto diversi tra loro anche se raggruppati sotto i nomi di Eskrima, Kali e Arnis.     

ARMI E PROTEZIONI

LE ARMI

Numerose armi contundenti, da taglio, lunghe e corte, usate singole o in coppia.

 

 

 

 

PROTEZIONI

L'uso delle protezioni è obbligatorio onde evitare spiacevoli infortuni.

° Maschera da scherma opportunamente rinforzata ai lati e dietro
° Guanti da hockey
° Para avambracci (in alcuni casi facoltativo) e gomitiere

° Conchiglia
° Parastinchi (in alcuni casi facoltativo) e ginocchiere
° Corpetto protettivo (in alcuni casi facoltativo)



Comments are closed.